Avere_Successo_con_il_Tuo_Bar

I RETROSCENA DELL’ELEZIONE DI TRUMP A PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI [E IL SEGRETO CHE PUOI SFRUTTARE ANCHE TU PER AVERE SUCCESSO CON IL TUO BAR]

Stamattina mi sono svegliato e ho trovato i giornali che titolavano: “voto shock negli USA”.

Su Facebook tutti sembravano impazziti e la faccia di Donald capeggiava in tutte le salse su tutti i post.

Quindi cosa ho fatto? Niente di speciale.

Sono uscito e c’era un bel sole e ho fatto la mia passeggiata mattutina, quella che faccio tutte le mattine per accompagnare il mio risveglio.

Poi una bella centrifuga, per essere finalmente pronto per questa nuova giornata.

Forse ti starai chiedendo come mai ti sto raccontando questo invece di blaterare a vanvera sulle elezioni americane come stanno facendo tutti.

Bene, in realtà la risposta è molto semplice: per me non è stata assolutamente una sorpresa.

Certo, oggi chiunque può dire che se lo aspettava e io, addirittura, sto dicendo che ne ero certo ma non è questo l’importante.

Se non ho scritto niente su Trump prima, è solo perché non era mia intenzione candidarmi alle elezioni americane né, tantomeno, diventare il nuovo Nostradamus.

E quindi, sinceramente, non mi interessa dimostrare che già lo sapevo e che la sua vittoria non è stata assolutamente una sorpresa per me.

Quello che mi interessa, perché è realmente l’unica cosa importante, è svelarti i retroscena di queste elezioni.

Perché voglio farlo? Perché Trump ha stravinto le elezioni grazie all’utilizzo di una strategia chiara, anche se praticamente nessuno se ne è accorto.

Perché sono io a farlo? Di certo non per aumentare ancora di più le file di opinionisti e giornalisti di ogni sorta, perché già sono belle affollate.

Sono io a svelarti questo segreto perché, in realtà, Trump ha semplicemente utilizzato una delle potenti leggi scientifiche che ti permettono di attirare tantissime persone e indirizzarle verso le azioni che tu vuoi che compiano.

Di cosa sto parlando? Sto parlando di una FORTE IDEA DIFFERENZIANTE.

E SE VUOI AVERE IL TUO BAR SEMPRE PIENO DI PERSONE PRONTE A SPENDERE PER IL TUO PRODOTTO, QUELLO CHE TI SERVE È UN’IDEA DIFFERENZIANTE FORTE COME QUELLA CHE HA USATO DONALD TRUMP.

Ti riassumo velocemente cosa ha fatto Trump e come è riuscito a stravincere le elezioni.

Hilary Clinton, candidata democratica con una storia decennale nella politica americana, era sicura di vincere e di essere lei la nuova ospite della Casa Bianca.

Davanti a lei c’erano 18, dico 18, candidati repubblicani che volevano soffiarle il posto.

E poi c’era lui, Donald Trump, imprenditore noto a tutto il mondo per la ricchezza accumulata negli anni, che di politica non aveva mai parlato in vita sua…

…almeno non ne aveva mai parlato fino a 1 anno fa.

Donald, 1 anno fa, ha deciso di correre per la Casa Bianca ma prima di poter affrontare Hilary doveva riuscire a superare i 18 repubblicani che da anni erano lì, pronti per cercare di riprendersi il governo.

Come poteva Donald, che di politica nella sua vita non si era mai interessato, riuscire a sconfiggere questi 18 avversari e poi superare anche il leader democratico nel testa a testa finale?

Agli occhi del mondo sembrava impossibile e, andando a guardare i numeri, poteva sembrare ancora più impossibile: la Clinton ha avuto a disposizione per la sua campagna elettorale ben 886 milioni di dollari contro i miseri 189 milioni messi in campo da Trump.

Sembrava per tutti ovvio che, con una potenza economica 8 volte superiore, la vittoria era scontata.

Ma ecco qui la legge del posizionamento che, inesorabile, ha fatto il suo lavoro.

Fin da subito Trump ha scelto un’idea differenziante molto forte: attaccare la politica corrotta e scaricare tutta la colpa della mancanza di posti di lavoro sui messicani.

NON STO DICENDO CHE TRUMP ABBIA RAGIONE NEL MERITO DI QUELLO CHE DICE PERCHÉ:

1 – quello che penso io su Trump e le elezioni americane chiaramente non può influire in alcun modo su questa vicenda.

2 – io sono un imprenditore e non un giornalista, quindi mi occupo di comprendere come funziona il mercato e non mi occupo di dare opinioni a caso che, per definizione, non hanno peso.

Quando parlo è sempre per dire qualcosa che ha un valore certo perché è stato testato: è stato verificato da me, con i miei soldi e le mie aziende, sul mercato.

Altrimenti non parlo.

QUELLO CHE STO DICENDO È CHE TRUMP HA USATO UNA LEGGE SCIENTIFICA MENTRE TUTTI I SUOI AVVERSARI SI SONO RIEMPITI LA BOCCA DI COSE INUTILI.

E non lo dico io che queste cose sono inutili: lo dice il risultato delle elezioni.

Donald Trump si è posizionato in modo fortissimo e questo ha generato una quantità enorme di pubblicità a bassissimo costo nei suoi confronti.

La sua idea differenziante, estremamente aggressiva, ha fatto sì che i suoi avversari, senza neanche rendersene conto, lo hanno attaccato in tutti i modi possibili.

Il risultato: Trump è stato messo dai suoi avversari costantemente sotto i riflettori e questo ha rafforzato ogni giorno di più la sua posizione contro la politica corrotta che cerca di rimanere aggrappata alla poltrona e vuole distruggere chiunque voglia mandarla a casa.

Se vi ricorda qualcosa, tipo Berlusconi o Grillo, beh…

…avete ragione: è esattamente la stessa cosa.

Trump è diventato l’eroe americano pronto a salvare il popolo grazie a tutti quelli che gli sono andati contro e, per riuscirci, ha semplicemente strutturato una FORTE IDEA DIFFERENZIANTE.

È una legge scientifica e vale sempre e ovunque.

Se Trump è diventato Presidente degli Stati Uniti e ha realizzato quella che per tutti era un’impresa impossibile, è esclusivamente grazie a 1 sola e chiara idea differenziante.

Se vuoi aprire un Bar e portarlo in profitto, se vuoi avere successo, devi fare esattamente la stessa identica cosa.

E questo sì che lo dico da sempre.

Tutto inizia da una forte idea differenziante. Una volta che hai trovato questa puoi iniziare a infilarla nella testa delle persone.

E, come qualsiasi idea sulla faccia di questa terra, ci saranno persone attratte e persone contro.

Più le persone contro la attaccheranno e più chi è attratto si innamorerà di questa idea.

Pensa a McDonald: ci sono tantissime persone che dicono che fa schifo, c’è chi giura che non ci metterebbe mai piedi, sono stati scoperti negli anni tantissimi casi di mala sanità (mi ricordo la volta che è stata trovata cacca di topo in intere partite di hamburger). Eppure è la catena di fast food più amata (e più ricca) al mondo.

O Starbucks, la catena più grande al mondo di caffetteria con oltre 30 mila punti vendita nel mondo.

Starbucks è americana: perché la catena di caffetteria più importante al mondo non è italiana?

Perché noi non abbiamo nessuna catena di caffetteria importante nel mondo?

Perché non conosciamo il potere del posizionamento, loro lo conoscono e quindi creano enormi profitti a partire da una forte e chiara idea differenziante.

Noi ci accontentiamo di dire che il caffè come lo facciamo noi non lo fa nessuno, che gli altri bevono un caffè schifoso perché sono dei burini e intanto loro fanno i soldi con la pala e noi, invece, restiamo al palo.

Loro chi? Tutti quelli che, come me, hanno scoperto le leggi del mercato e hanno imparato a metterle in pratica.

Se vuoi avere successo devi imparare a muoverti nel mercato con la stessa facilità con cui ti muovi in casa tua: il mercato devi diventare casa tua e tu devi sapere esattamente dove sta il sale e come si tira l’acqua dello sciacquone.

Immagina di stare in casa tua senza sapere queste 2 cose: mangerai sempre e solo cibi sciapi fino al giorno in cui non potrai più entrare perché la merda è arrivata fino al soffitto.

Sono stato un po’ troppo diretto? Va bene, non mi importa, a casa tua puoi fare quello che vuoi ma se apri un Bar io voglio essere sicuro che non finisci a pane e acqua e nella merda fino al collo.

ECCO LE 3 COSE CHE DEVI FARE PER AVERE SUCCESSO E APRIRE UN BAR IN PROFITTO:

  1. Individua un problema che hanno le persone e che i Bar che ci sono oggi nel tuo mercato di riferimento non stanno risolvendo in alcun modo o lo stanno risolvendo male
  1. Verifica che tu hai le capacità tecniche ed economiche per risolvere questo problema
  1. Struttura un’idea differenziante che comunica chiaramente a queste persone che tu sai qual è il loro problema e sai come risolverglielo

Questo è tutto quello che ti serve per costruire una base solida su cui tirare su i pilastri per le fondamenta del tuo Bar.

Se hai già letto il mio libro “Come Aprire un Bar in Profitto in 3 Semplici Mosse”, conosci già quali sono questi pilastri: le 9 leggi scientifiche su cui si basa il mio sistema BAR Theory.

Se non lo hai ancora letto, è meglio che ti dai una mossa perché, se stai per aprire il tuo Bar, potresti fare la fine di Hilary Clinton: straconvinta di essere già presidente degli Stati Uniti in tutti questi mesi pre-elettorali e ora con il culo per terra e le ossa rotte.

Vai subito su Amazon e non perdere altro tempo!

https://www.amazon.it/Come-Aprire-Profitto-Semplici-Mosse/dp/1532906781/

Al tuo successo

Luca Malizia

Leave A Response

* Denotes Required Field