Bar_Londra

I BAR DI LONDRA TIRANO SU I SOLDI CON LA PALA ASPETTANDO LA BREXIT

La scorsa settimana sono stato a Londra e, come ogni volta che mi trovo lì, sono tornato con tante informazioni utili.

In questi ultimi tempi, quando si parla di Londra, si parla sempre e solo di Brexit.

Di certo è un argomento interessante per chi ama chiacchierare al Bar, avendo sempre la risposta giusta pronta in tasca.

E quindi, se vuoi sentir parlare di Brexit, ci sono sicuramente tante persone che non vedono l’ora di dirti la loro.

Se invece di stare seduto al Bar, vuoi aprirne uno e cominciare subito a generare profitto, ti racconto perché a Londra i Bar fanno i soldi con la pala.

Immediatamente, quando esci la mattina per cercare un posto dove fare il famoso English Breakfast, senti che c’è un’aria diversa.

Ti ritrovi in fila, anche per 1 ora, solo per poter mangiare uova, bacon, salsicce, pomodoro e funghi e bere un caffè e una spremuta.

Soddisfatto di una colazione ricca di proteine, inizi la tua giornata avendo appena speso 20€.

Sì, 20€ per fare una colazione e non stai in un hotel di lusso, sei per strada, a Soho, uno dei quartieri più giovanili (e quindi, per certi aspetti, economici) del centro di Londra.

Ti muovi per Londra durante la giornata e questa sensazione non va via.

Quale sensazione? Quella per cui spendere i tuoi soldi non è mai stato tanto facile e, allo stesso tempo, gratificante.

Sì, sei proprio felice di lasciare i tuoi soldi a un Bar dopo l’altro.

E fra una passeggiata e l’altra, finisci al mercato di Camden.

È difficile anche solo camminare. Giri fra i vari negozietti, uno più particolare dell’altro e, senza neanche accorgertene, ti metti in fila per comprare dei mini Dutch Pancake ricoperti di Nutella.

Ok, questo è meno salutare ma è proprio difficile tenere il portafoglio in tasca.

Ti riprometti di saltare il pranzo, dopotutto hai fatto una colazione da 20€ e ti sei appena ingozzato di mini pancake ricoperti di Nutella.

Deciso a non cascarci più continui a girare il mercato ma, dopo un po’ di acquisti qua e là, sei lì ad aspettare circa 30 minuti con 50€ in mano per prenderti un polletto fritto, 2 birre e 2 super French Gourmet Burger.

Ovviamente i posti a sedere sono tutti occupati e quindi mangi appoggiato su un muretto.

Ma quanto te lo godi…

E poi via, un po’ di riposo a Hyde Park e subito giù per Oxford Street.

È pomeriggio e già ti ritrovi a pensare a dove andare per cena.

Sei indeciso, così capisci che la cosa migliore da fare è fermarsi e fare un aperitivo.

Ed eccoti qua, seduto (e sottolineo seduto) dentro una salumeria spagnola (e sottolineo salumeria) a mangiare Jamon Serrano accompagnato da un buon vino rosso.

Sicuramente spendere altri 50€ ti aiuterà a liberare la mente e a scegliere il ristorante giusto.

E infatti è così, magicamente sei finito in una steakhouse elegante e accogliente.

L’atmosfera è perfetta per una cenetta intima, nonostante il locale sia strapieno, e il servizio e i piatti che scegli fanno il resto.

Hai speso 120€ ma senti che ne è valso fino all’ultimo centesimo.

Girare Londra di notte? È bellissima: piena di vita e di cose da fare.

Ma è stata una giornata lunga e vuoi solo rilassarti prima di andare a dormire.

Quale modo migliore per farlo se non quello del whisky della buonanotte?

Un buon whisky su una poltrona Chesterfield, non c’è cosa più rilassante…

…a quest’ora apri direttamente il conto sulla carta di credito e lasci che la giornata si concluda con una bella meditazione.

COME FANNO I BAR DI LONDRA A ESSERE PIENI DALLA MATTINA ALLA SERA?

Come fanno a far spendere così tanto alle persone che inevitabilmente ci entrano?

La risposta potrebbe essere che a Londra le persone guadagnano di più ma, questa risposta, è totalmente sbagliata.

A Londra si guadagna mediamente di più ma, per vivere, si spende mediamente molto di più.

Quindi no, non è questo il motivo.

E allora qual è il segreto degli imprenditori londinesi?

Il segreto degli imprenditori londinesi è un segreto tramandato nei secoli da i primi imprenditori che hanno iniziato a comprendere come generare profitto.

Il loro segreto è l’arte di creare la condizione.

Cosa significa? L’arte di creare la condizione è la capacità di fare in modo che, quando le persone sono nel tuo Bar, fanno esattamente tutte le scelte che tu vuoi che loro facciano.

È l’arte di costruire piccole trappole in cui puntualmente i clienti finiscono.

Queste però sono “trappole speciali” perché catturano il cliente e lo lasciano andare via solo quando è contento e a speso tanto.

Il lavoro più importante che devi fare per Aprire il tuo Bar in Profitto è: creare la giusta condizione.

La prima “trappola speciale” per acchiappare i tuoi clienti e portarli nel tuo Bar è l’idea differenziante ma, oggi, non voglio parlarti di questa perché, a Londra, ho visto tante piccole “trappole speciale” da usare una volta che i tuoi clienti sono dentro il tuo Bar ed è di alcune di queste che ora voglio parlarti.

Ecco qui un po’ di strategie utili, direttamente da Londra, che puoi utilizzare subito nel tuo Bar, anche se hai ancora zero esperienza.

STRATEGIA #1

Fare_i_soldi_bar

I formati delle cose che vendi e il modo in cui le esponi fanno una differenza enorme.

 Se ho voglia di un cornetto con spremuta d’arancia, qui in Italia, l’unica opzione che ho è:

  • cornetto normale
  • spremuta d’arancia normale

 rullo di tamburi…

 … il pubblico è in attesa e la tensione si taglia col coltello…

 … sicuramente sceglierò: cornetto normale e spremuta d’arancia normale.

Se ci sono solo questi e io ne volessi di più, dovrei chiedere 2 spremute d’arancia e 2 cornetti.

 Io non ho mai trovato tante persone che fanno ordini di questo tipo e credo, anche se hai poca esperienza, neanche tu.

 E allora, qual è la trappola magica? Dargli la possibilità di ordinare di più.

 Se ha voglia di un cornetto con spremuta d’arancia, quello che gli devi offrire è:

  • Cornetto normale/cornetto Grande
  • Spremuta normale/spremuta Grande

IMPORTANTE: esponi le due versione medio e grande, la gente deve saperlo che ci sono.

Se offrire la possibilità di acquistare il formato GRANDE ti fa guadagnare di più a colazione, allora devi utilizzarlo anche il resto della giornata.

A Londra non troverai mai nessun Bar che non offre il formato GRANDE dei suoi prodotti.

 Le possibilità sono tante. Per esempio:

+ Tramezzino Doppio (anche se li compri già fatti, puoi togliere il pane in mezzo e fare un bel club sandwich, sempre nel rispetto delle norme haccp ovviamente)

+ Insalata Media/Grande

+ Piatto di Pasta Medio/Grande

+ Pizza Media/Grande

+ Cocktail Medio/Grande

Puoi fare questa cosa con tutti i prodotti che vuoi, ovviamente è bene che focalizzi soprattutto l’attenzione sui prodotti principali che hai e verifichi che il ciclo di lavoro del tuo Bar possa facilmente vendere i formati diversi.

Fai attenzione: se ti sembra difficile offrire il formato grande dei tuoi prodotti, significa che il tuo ciclo lavorativo che stai progettando non funziona bene e devi ripensarlo.

STRATEGIA #2

rompere_il_ghiaccio

Rompere il ghiaccio.

La maggior parte delle persone, quando devono comprare, sono indecise: magari vorrebbero un dolcetto in più ma hanno paura di perdere il peso forma o, semplicemente, andando di corsa sono distratte e ordinano velocemente senza pensare esattamente cosa vogliono.

 È in questo preciso momento che devi lanciare un’altra trappolona e dire le paroline magiche:

vuole anche …

 Queste 2 semplicissime paroline hanno un potere enorme.

 Solamente facendo questa domanda, la maggior parte dei tuoi ospiti spenderà di più e andrà via più felice!

SE ti chiedono un caffè/cappuccino/spremuta

ALLORA mentre stanno ordinando (o alla cassa o al banco), digli: “Vuole anche un cornetto?”

[o qualunque cosa vuoi vendergli in quel momento.]

Cameriere, Barman e Cassiere hanno un ruolo fondamentale nella vendita: infatti è proprio davanti a loro che il cliente apre il portafogli.

Ed è proprio nel momento in cui il portafogli è aperto che bisogna metterci le mani dentro!

La soluzione? Fai seguire sempre lo stesso schema:

________________________________________________________________________________

SE stanno ordinando

ALLORA far dire al cassiere/ al cameriere/al barman: “Vuoi aggiungere [quello che vuoi vendergli]?”

oppure

“[prodotto che gli stai vendendo] lo vuoi medio o grande?”

________________________________________________________________________________

STRATEGIA #3

menu_bar

Se hai iniziato a mangiare con gli occhi, difficilmente riesci a resistere alla tentazione di mangiare anche con la bocca.

Fai un menù solo per i tuoi dolci e riempilo con delle foto veramente accattivanti.

Se riesci addirittura a lasciare il menù dei dolci sempre sul tavolo è ancora meglio.

STRATEGIA #4

Lascia sul tavolo un piccolo volantino (bello, mi raccomando) in cui ci metti una bella foto e la scritta:

“[prodotto su cui hai un buon margine di guadagno] è il più venduto della settimana”

Oppure

“[prodotto su cui hai un buon margine di guadagno] è [prodotto] recensito con i voti più alti della settimana”

Per esempio:

Il cocktail Mala Education è il più venduto della settimana

Oppure

Il cocktail Mala Education è il cocktail recensito con i voti più alti della settimana.

STRATEGIA #5

L’happy hour del nuovo millennio!

Per chi non lo sapesse, l’happy hour lo abbiamo importato anni fa in Italia proprio da Londra.

Le copie nostrane sono però rimaste ancorate al concetto di sconto e basta.

Cosa fanno a Londra oggi?

A Londra, tutte le sere, in orario aperitivo, per 1 h esatta c’è l’happy hour del nuovo millennio:

Il 3×2!

Geniale, invece di scontare fin dal primo cocktail ti dicono: se paghi 2 cocktail il terzo te lo regaliamo noi!

È il 33% di sconto, è uno sconto altissimo ma te lo devi guadagnare comprandomi subito 2 cocktail.

Queste sono 5 strategie facili e veloci che potrai inserire immediatamente, fin dal primo giorno di apertura, in funzione del tipo di Bar che stai aprendo.

Queste sono strategie che ti permettono di aumentare il tuo fatturato una volta che hai persone che vengono a spendere da te.

Ovviamente, però, non devi dimenticarti che i CLIENTI DEVI PORTARLI.

E per portarli ti serve creare la condizione in cui:

1 – riesci ad acquisire clienti con costanza

2 – riesci a offrire veramente un prodotto che rispecchia la promessa che hai fatto attraverso la tua idea differenziante

Per ottenere queste 2 cose devi aver ben chiari tutti i passaggi chiave di come aprire e strutturare il tuo Bar e, come puoi facilmente verificare da solo, in Italia non sono chiari a nessuno: sono 10 anni che i Bar continuano a fallire.

La verità è che, se apri un Bar senza aver chiaro ogni aspetto di quello che devi fare, ti ritroverai presto dalla parte di quelli che incolpano la crisi, pregando che arrivi qualche cliente.

Ma la cosa più probabile è che arriveranno più lettere dalla nuova equitalia che clienti.

Non puoi stare rinchiuso nel tuo Bar ad aspettare la fine, devi creare la condizione e per farlo devi comprendere come funziona il mercato e come si fa ad Aprire un Bar in Profitto.

Quindi, prima di pensare a licenza e altro, devi studiare e formarti per essere realmente pronto per Aprire il Tuo Bar e portarlo in Profitto, anche se c’è la crisi e hai zero esperienza.

Al tuo successo

Luca Malizia

Leave A Response

* Denotes Required Field